Annunci
Home > rassegna stampa, rassegna video > Rassegna Stampa – Ma quante agenzie di comunicazione pagano i cittadini senesi? Tononi: “Aggregazione inevitabile” Don Brunetto ha ripadellato!!!

Rassegna Stampa – Ma quante agenzie di comunicazione pagano i cittadini senesi? Tononi: “Aggregazione inevitabile” Don Brunetto ha ripadellato!!!

24 settembre 2015

Una voce tutta da confermare (ci studieremo), mi ha confidato che il Comune di Siena ha ben tre agenzie di Comunicazione. Una delle quali usata solo esclusivamente per Siena Capitale della Cultura Italiana 2015, secondo queste voci l’affidamento a questa agenzia non risulta all’albo pretorio. Pregasi chi di dovere di chiedere lumi a Don Brunetto o ai suoi illustri collaboratori. SE questa voce fosse infondata preghiamo di scusarci per aver creato panico inutile… GRAZIE

LO STATISTA VALENTINI CHE PARLA DEGLI SCANDALI INTERNAZIONALI…..MA NON DI QUELLI DI CASA NOSTRA

Rimpasto e competenza (e quattro ps)

Stop alle intercettazioni, bavaglio al contesto (e 3 Ps)

Cinque Stelle Siena:”La vergogna della raccolta differenziata al 46% per Siena e Provincia”

Mps: accordo transattivo con Nomura sull’operazione Alexandria | LaStampa.it

Tononi: “Per Mps nessuna fusione prima del 2016” Il titolo perde l’8% (la Repubblica) | Assinews

Guardia di Finanza: il colonnello Costa sostituisce il colonnello Albertario

Mens Sana Basket: a 15 mesi dal fallimento, ancora troppo silenzio

MASSIMO TONONI: “AGGREGAZIONE INEVITABILE”. MA IN BORSA IL TITOLO MPS SCIVOLA

Le biciclette elettriche sono costate complessivamente quasi 500 mila eurini

Il fascismo degli animalisti (e di chi li autorizza)

Annunci
  1. Magivo Vento
    24 settembre 2015 alle 9:03 pm

    L’ultima udienza che ha riguardato la vicenda dello scalo di Ampugnano si conclusa per l’ennesima volta con un rinvio. E come titolano i giornali locali la prescrizione si sta man mano avvicinando. Credo che si debba constatare con amarezza come un secchio colmo di latte, riempito da cittadini che, dando vita ad un comitato locale, si sono dedicati giorno dopo giorno a far luce su una vicenda che fin da subito ha mostrato contorni poco chiari – tanto anche all’inizio ben in 14 sono stati rimandati a giudizio – stia per essere buttato a terra da una giustizia che lascia certamente più di qualche delusione. Non va dimenticato come da quelle intercettazioni sia nata poi la possibilità di poter seguire le vicende, certamente più imponenti riguardanti banca di Siena. Un’occasione persa. Un mancato riconoscimento ad una vera azione di partecipazione attiva da parte di cittadini del difendere il loro territorio che in questa battaglia sono stati lasciati solo persino dal loro (oggi ex) sindaco.

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: