Annunci
Home > Don Brunetto, libero contributo > La rubrica SMARTISSIMA – L’asfalto diventa arte!!!

La rubrica SMARTISSIMA – L’asfalto diventa arte!!!

22 ottobre 2016

Ma che ci frega delle classifiche delle città SMART? Noi siamo smart e basta, con le nostre bici che viaggiano come dei CIAO anni 70, con la “Y” che se ne sbatte dei disabili, con le telecamere per la sicurezza sempre promesse ma ancora non installate. Siamo smart e con l’asfalto siamo diventati impareggiabili, ormai le toppe sono delle installazioni di arte contemporanea!!! Ecco qui le ultime toppe artistiche effettuate dagli uomini smart di Don Brunetto. Siamo in Piazza d’armi lato Caserma… Vi piace? Ne saranno realizzate altre statene certi!!! PORA SIENA

 

img_3880 img_3881

Annunci
  1. Pierluigi Cavallo
    22 ottobre 2016 alle 12:56 pm

    non ci dobbiamo meravigliare più di questo sfascio inarrestabile ma dobbiamo agire per Dio. Con un sindaco indagato il vice in bicicletta, l’assessora con il brindisino nella vecchia fattoria l’assessore con la palestra al Santa Maria ecc ecc

  2. Capitan Harlock
    22 ottobre 2016 alle 7:23 pm

    Proprio a proposito di città smart…ma quanto ci vorrà a finire i lavori per sistemare 20 metri (forse?!) di ponticino franato in via Peruzzi? Questa Giunta continua a riempirsi la bocca di paroline “ganze” mentre si vede sempre più degrado.
    Biciclettine fotoniche, brindisini e proiezioni stellari ma per chi vive e lavora in quesa città ben poco è stato fatto, la viabilità nella zona sud-est è completamente paralizzata nonchè pericolosa in certe zone vedi Ruffolo-Due Ponti dove negli incroci a raso succedono sempre incidenti, a volte anche gravi.Per parlare di piste ciclabili e di robe smart prima si dovrebbero risolvere i problemi reali…mica tutti possono trasferire l’ufficio in centro e girare in biciclettina col sorriso sgargiante! (qualsiasi riferimento a componenti della Giunta attuale è puramente casuale…)

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: