Annunci
Home > libero contributo, politica senese > Editoriale de Il Santo – Romolo Semplici e i 5 Stelle si arrabbiano per una notizia vera e confermata…

Editoriale de Il Santo – Romolo Semplici e i 5 Stelle si arrabbiano per una notizia vera e confermata…

25 maggio 2017
Quando il buon Romolo scrive c’è da prendere le ferie.
La vicenda che ha scatenato “l’ira” del Semplici è quella scritta dall’Eretico sul suo blog riguardo il processo a Milano e delle azioni dell’avvocato Falaschi (leggi).
Tra l’altro notizia confermata dallo stesso avvocato nell’intervista rilasciata all’Eretico stesso nella trasmissione di Siena TV.
Quindi i 5 Stelle e Romolo Semplici si arrabbiano per una notizia vera data da un blogger?
Romolo lo conosco abbastanza bene, vista la nostra esperienza nelle liste civiche senesi.
Ci siamo persi di vista, proprio perché non è amante delle critiche e ha la mentalità un po’ vetusta (anche da come si evidenzia nello scritto qui sotto) di quello che vuol essere contattato se si parla di Lui.
Molte volte il Semplici si è definito semplice cittadino, ma nella risposta a Raffaele Ascheri vuole essere intervistato e interpellato, quindi non si capisce come comportarsi con Lui perché è ondivago.
A Lui riconosco la capacità di parlare e di essere attivo in molti modi in diversi gruppi. Un po’ come quei grandi giocatori di scacchi che giocano con più persone contemporaneamente, ma al mondo ce ne sono pochi con tali capacità.
Il Semplici ha una visione sbagliata dei blogger e con questo scritto me lo conferma. Lui è convinto (sono i suoi scritti e le sue azioni che lo confermano) che dietro i blogger ci sia una mano diversa. (…Non so quindi cosa sia successo, se questa è farina del tuo sacco, o se invece ti sei fatto influenzare da altre persone di basso spessore o scarsa intelligenza..)
In ultimo visto che Lui non mi stima, gli dico che non me ne frega un beneamato cazzo (scusate il francesismo). Della stima di persone che vorrebbero condizionare il mio blog non me ne faccio niente, il rispetto di me stesso viene prima di tutto…
Per quanto riguarda i pentastellati nel 2008 tranne Aurigi non mi ricordo molti di loro strapparsi le vesti, anzi qualcuno alle provinciali DEL 2009 era candidato a sostegno del candidato del PD, sarò arrivato con la piena, ma le cose me le ricordo… PORA SIENA
IN FONDO ALL’ARTICOLO IL VIDEO DI SIENA TV

Romolo scrive:

Caro Raffaele questa volta sono costretto a chiederti spiegazioni.
Sono ormai passati alcuni giorni da quando nel tuo blog, con una modalità sorprendente, e anche strumentale, mi hai nuovamente ed inopportunamente tirato in ballo su vicende alle quali sono del tutto estraneo, inventando curiosi e forzati collegamenti che non hanno alcuna attinenza al buon senso e alla realtà. E su cose che hanno avuto probabilmente assurde interpretazioni rispetto all’evidenza dei fatti. Fatti che riguardano l’attività di un professionista, sicuramente amico, e sicuramente coraggioso e dotato di grande passione civica, ma che compie le sue scelte in totale autonomia, per assistere i tanti suoi clienti nel modo che più ritiene utile, senza alcuna possibilità, o volontà, di “controllo” o indirizzo, da parte mia o di altre persone o Associazioni o Movimenti. Nella tua trasmissione di ieri ha spiegato bene la sua strategia; può piacere o meno, ma ha chiarito bene le sue motivazioni tecniche, che hanno tolto anche a me alcuni dubbi, solo di tipo morale, che mi erano sorti.
Devo anche dire che Falaschi, l’unico professionista che siamo riusciti a coinvolgere dopo anni di battaglie dei pochissimi comuni Cittadini di Siena, che ci sono costate attacchi pesanti, quanto insulsi, da parte di tanti, anche alcuni che consideravamo amici, ha chiarito bene la sua, anzi nostra, battaglia in solitudine in una Città completamente passiva e silente. Proprio per questo mi aspetterei più rispetto per lui, e per noi, anche nel caso venisse commesso (per ora non è stato) qualche passo poco chiaro, invece di attacchi stupidi e livorosi, quasi sempre da anonimi “leoni da tastiera” che forse in questi anni hanno votato i partiti o hanno fatto affari con loro. Se qualcuno ha altre strategie che ritiene migliori, e voglia di impegnarsi, ben venga, è invitato a farlo subito, o, come da regola, taccia per sempre.
La tua ricostruzione, e appunto i tuoi collegamenti con la mia persona, sono stati anche in questo caso veramente pretestuosi e fuori luogo.
Purtroppo non è la prima volta che ti comporti in questo modo, sbattendo una fake news a mio carico in prima pagina, senza nemmeno dare la possibilità di un chiarimento, un contraddittorio, una semplice telefonata di conferma o un’eventuale giustificazione se attore di comportamento errato (cosa che non avrei problemi a fare, ma che ad oggi sinceramente non ricordo). Un anno fa hai addirittura dato illimitato credito a chi mi lanciò pesanti quanto assurde accuse su fatti estremamente gravi.
Devo dire che la cosa mi amareggia, perchè i nostri rapporti erano improntati alla reciproca stima, e alla collaborazione per una comune battaglia contro il Sistema Siena, con numerose iniziative che ci hanno visto per anni combattere fianco a fianco. Non so quindi cosa sia successo, se questa è farina del tuo sacco, o se invece ti sei fatto influenzare da altre persone di basso spessore o scarsa intelligenza.
Sono molto deluso dal tuo comportamento sotto il punto di vista etico e deontologico; nonostante il mio ruolo, non marginale, avuto in ambito Senese, soprattutto nelle battaglie su Banca e Fondazione Mps (cosa riconosciuta anche da vari media locali e nazionali), spesso in solitudine e avendo contro l’intero Sistema Siena (ma purtroppo spesso anche pseudo alleati pronti al “fuoco amico”), non mi hai mai chiamato ad una tua trasmissione (pur aperte a vari personaggi molto discutibili), non mi hai mai nominato in modo realistico in una delle tante vicende bancarie o politiche che mi hanno visto coinvolto, salvo poi tirarmi inopportunamente in ballo, e tentare di attaccarmi (per inquinare il mio nome?), con notizie poi rivelatesi false o strumentali.
Cosa vanamente tentata, sia in passato che ancora oggi, da varie ridicole persone, per motivazioni a me sconosciute (forse livore e misteriose invidie, come giustamente detto da Maurizio Montigiani). Ma su questo poco non posso fare niente, Siena purtroppo è collassata proprio per la presenza di gente così miserabile,
Peccato perchè non ho problemi ad ammettere che, per quanto mi riguarda, rimani l’unico blogger che continuo a stimare, in quanto “combattente della prim’ora”, (a differenza di quelli arrivati con la piena, a disastri avvenuti nel loro silenzio o complicità, e che oggi si vorrebbero atteggiare a salvatori della patria, al pari di tanti furbetti di varie nuove finte Liste Civiche spuntate come funghi), autore di importante “giornalismo d’inchiesta” e di libri molto interessanti.
Mi auguro quindi che, a prescindere da eventuali giustificazioni, tu possa ammettere certi passi falsi, o comunque poco ponderati o poco approfonditi, almeno nei miei confronti.
Da parte mia nessun problema a riannodare un rapporto e un dialogo, e disponibile a qualsiasi tipo di confronto, cose che forse potrebbero essere in qualche modo utili al futuro della nostra Città.

Eretico scrive:

Caro Romolo,
al tuo lungo ed articolato intervento – e soprattutto a quello pentastellato, uscito giusto stamattina – mi riprometto di rispondere venerdì, con calma ed in modo argomentato.
Per ora, faccio solo sommessamente notare che ciò che è stato scritto sul modus operandi dell’avvocato Falaschi (cui ho dato prontamente diritto di replica), è DEL TUTTO VERITIERO. E se l’opposizione se la prende quando si scrivono cose DEL TUTTO VERITIERE, la campagna elettorale inizia (o continua) davvero nel peggiore dei modi…

A venerdì, dunque, l’eretico

Il comunicato dei 5 Stelle senesi apparso sulla pagina Facebook di Furiozzi

Ma quanta paura fa il Movimento 5 Stelle di Siena? Davvero tanta a giudicare dallo sbracato coro di detrattori che si stanno mobilitando per tentare di screditarci in vista delle prossime amministrative, con falsità e strumentalizzazioni ridicole, puntualmente smentite dall’evidenza dei fatti. E non ci riferiamo solo ad alcuni media principali, appiattiti da sempre sulle posizioni del PD (e di Verdini) allo scopo di tutelare il groviglio e quindi selezionare al ballottaggio il candidato dell’opposizione più gradito al PD. Su quest’ultimo punto, in particolare, sembra delinearsi più o meno inconsapevolmente anche una certa disponibilità, o complicità, di una parte civica che ritenevamo amica, e della cosiddetta “libera informazione”. Vedi la recente polemica sulle richieste presentate dall’avvocato Falaschi in merito alla posizione di Mussari e Vigni al processo in corso a Milano e la “conseguente” – secondo loro – critica al MoVimento 5 Stelle, manco Falaschi fosse Virginia Raggi.
L’avvocato Falaschi, in difesa e nell’interesse dei suoi assistiti, parti civili al processo in corso, ma anche della Città, ha tutto il diritto di assumere le iniziative legali che crede più opportune, comprese quelle eventualmente non condivise dal Movimento 5 Stelle. Falaschi rimane comunque, nel deserto morale di questa città, un esempio per molti, soprattutto per i tanti anonimi “leoni da tastiera” che mai hanno messo faccia e impegno, ma sono sempre pronti a criticare e diffamare, con livore e invidia, anche chi conduce queste battaglie da anni. Qualcun altro ha fatto più di lui, tranne noi che scriviamo e pochissimi altri – cui va il nostro rispetto a prescindere dalle rispettive posizioni politiche – per la difesa della nostra comunità? A noi non risulta.
Saremmo stati felici di essere sostenuti nel nostro impegno ormai decennale in difesa di Banca e Fondazione da un avvocato della Lega (vero Borghi?) oppure da quello di Forza Italia oppure ancora da quello di Sinistra Italiana, ma non ne abbiamo trovati. Beninteso, non siamo sorpresi: sapevamo e sappiamo che avremo tutti contro perchè tutti sanno che l’unica vera alternativa al “Sistema Siena” è il Movimento 5 Stelle, l’unico avversario che il PD e gli altri partiti, e lobbies, conniventi, temono davvero, e a ragione. E che solo attorno al Movimento 5 Stelle può coagularsi efficacemente la resistenza senese e la speranza di un vero cambiamento e di un nuovo inizio.
Il resto è teatro e poco importa se il palinsesto lo scriva Ceccuzzi, Scaramelli, Monaci, Piccini o uno dei tanti finti civici nati come funghi dopo tutti i disastri.

 

Annunci
  1. raffaele ascheri
    25 maggio 2017 alle 10:29 am

    Carissimo,
    mi hai rubato almeno un paio di buone argomentazioni, ma domani – come anticipato – ne scriverò comunque: quando ci vuole, ci vuole.
    Anticipo solo una cosina, a proposito dell’inquietante Comunicato pentastellato contro la libera informazione (eh sì, proprio contro la libera informazione, che può e deve colpire anche l’opposizione, quando fa cose assurde): ha lo stesso stile – preciso preciso – di quelli che ai tempi d’oro il Pd castista vergava, giusto dieci anni fa, appunto contro la libera informazione. Me li ricordo bene assai.
    E sono all’opposizione…figuriamoci quando arrivassero ad essere in maggioranza ed a comandare. E meno male – come da te evidenziato – che la notizia non solo è straveritiera, ma riferita – per così dire – per sottraendo, perché altro sta arrivando, da Milano…

    Dacci sotto, l’eretico

  2. Beneamato
    • 25 maggio 2017 alle 12:16 pm

      O chi l’aveva fatta querela?

  3. massimo
    25 maggio 2017 alle 2:53 pm

    Ho frequentato il movimento dal 2007 alle ultime elezioni europee, al di fuori di questo non ho visto da altre parti azioni portare nessun tipo di azione atta a disturbare i manovratori del sistema siena. Anche le iniziative fatte con le altre belle forze politiche su idee condivise tipo acqua pubblica ed altro finivano sempre con lo sfruttare le nostre energie per poi etichettarci come fascisti o peggio. La naturale reazione può essere solo di isolazione e chiusura verso tutti. Certo, non esiste persona più permalosa di un iscritto ai 5 stelle vegano e ciclista…… Pur non frequentando più il movimento mi auguro che diventi forza di governo a Siena ed in Italia, perché gli altri sono solo commensali ad una tavola imbandita ed epigoni di Tomasi di Lampedusa. Comunque i blogger ed i giornalisti devono essere lasciati liberi di esprimere le loro opinioni; l’informazione non deve essere agli ordini di nessuno.

  4. barakus
    25 maggio 2017 alle 11:02 pm

    E vogliamo parlare delle font… ooops dei cantanti confidenziali? https://www.youtube.com/watch?v=3YSWRPLKWmo

  1. 26 maggio 2017 alle 9:47 pm
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: