Annunci
Home > libero contributo, rassegna stampa > Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Il candidato Sindaco… Red of shame… Fiat LUX ma non a Siena…

Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Il candidato Sindaco… Red of shame… Fiat LUX ma non a Siena…

22 settembre 2017

Nella mia breve esperienza politica con le Liste Civiche Senesi, una cosa mi è sempre rimasta sullo stomaco, la processione dei politici senesi a Roma, per accreditarsi presso i partiti politici nazionali, come se per fare il Sindaco di Siena ci fosse bisogno di avere un’investitura dai poteri forti romani.

Credo che se un uomo decide di scendere in politica per la propria città non ha il bisogno di accreditarsi presso questo o quell’altro politico. Mi sono bastate le processioni da Verdini o dal D’Alema di turno! Tanto che vuoi hanno fatto pochi danni in queste zone!!!

Credo altresì che il candidato deve parlare con tutti, ma far capire che ha una propria autonomia non c’è bisogno di andare a cena con prezzolati avvocati senesi oppure con il capo del Grand’Oriente d’Italia, cosa che a me farebbe passare subito l’appetito!

Il Candidato dovrà colpire al cuore i cittadini con un programma chiaro e semplice, che faccia capire dove si vuole andare, sono i cittadini la chiave di volta della Città, non le logge massoniche, i politici rivenduti o quelli che sono Enjoy a corrente alternata e neppure la Curia.

Il candidato a mio avviso dovrà aprire a tutti quelli che vogliono portare acqua al suo mulino sottoscrivendo il programma, sapendo che se in corso d’opera cambieranno parere saranno sputtanati, perché è l’ora di finirla con le persone che davanti dicono una cosa e dopo per mero interesse ritornano all’ovile da dove sono venuti.

Il Candidato dovrà essere consapevole che se pur avendo la fiducia dei bloggers non avrà sconti da loro che essendo liberi di dire la loro. Credo che se il candidato rimarrà fedele alla propria persona e ai propri principi potrà come dicevo conquistare i cittadini senesi e cominciare un nuovo corso…

Faccio un P.S. THE RED of SIENA ha fatto una gran figura di merda con la Contrada della Giraffa, se questa è l’opposizione siamo a posto…

Senza Padroni

Consip: due o tre cose che so (e Susy Cenni, con Ps vari)…

Chiusura Borsa Milano: UBI Banca e Unicredit in alto, Ftse Mib positivo

“Enoteca: un patrimonio da non perdere”

Rebus sic stantibus…

“Per noi non esisti”: i giudici di Siena così decidono per una donna che prima era uomo

Fiat lux!

 

 

Annunci
  1. Mario Ascheri
    23 settembre 2017 alle 2:57 pm

    mah, più che sulle singole cose da fare, dove c’è bisogno di elenco di priorità, cioè di cose mese una dopo l’altra indicando quanto del bilanci con la % si vuole dedicare, il candidato DEVE indicare il metodo che non può più essere: il capo sono io e fo come mi pare; lui dovrà essere un semplice esecutore di un programma fatto assieme ai cittadini e corretto con loro…farsi vedere il meno possibile in tv e parlare ancora meno, solo le realizzazioni concrete contano con tanto di spesa accanto: per questo ci è voluto…questo è quanto ha dato ecc…il sindaco deve rendersi conto che è una rottura di palle infinita e che non può però chiedere di essere gratificato: se l’è cercata la bici? Quella la può pedalaRE, IN SENSO DI MARCIA SIA CHIARO, ROTTAMANDO L’AUTO DI SERVIZIO: banale, Watson? Sì, ma tanto non l’ho ancora sentito…

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: