Federico Muzzi Il Santo - Foto

Editoriale de IL SANTO – Parcheggi a Siena basta con i privilegi…

E’ di ieri la notizia che la Giunta Comunale, su richiesta della Siena Parcheggi ha deliberato gli aumenti delle tariffe di tutti i posteggi e dei bollini ARU e ZTL (clicca e leggi). L’aumento delle tariffe e delle tasse pare l’unico modo per chi amministra Siena di far quadrare le ormai vuote casse comunali. Chi amministra tira sempre fuori il discorso che in tempi difficili tutti devono fare dei piccoli sacrifici. Si può essere anche d’accordo e allora facciamoli tutti questi sacrifici e cominciamo a togliere un po’ di privilegi a chi li ha!  Partiamo dal Capo (la mi nonna diceva che il pesce puzza dal capo!). Comincerei a tagliare i permessi gratuiti, che Sindaco, Giunta e Consiglieri Comunali hanno per posteggiare in città. Non vi scordate che anche in Provincia hanno gli stessi permessi (se non erro!!). Sempre per quanto riguarda il Comune, mi risulta che qualche dipendente Comunale (non si sa per quale motivo) arriva con il permesso in Piazza del Mercato e va a lavorare, chiaramente senza pagare il bollino per la sosta. Passiamo ora ad un altra categoria di privilegiati i calciatori e i giocatori di Basket. Mi sono occupato personalmente del problema permesso ZTL per questa categoria di persone, feci  un’interrogazione alla giunta Cenni la quale mi rispose che abitando in centro, ma non essendo residenti (probabilmente qualcuno era residente nel Principato di Monaco), avevano messo questi signori nelle categorie speciali, che da regolamento sono: pensionati, disabili e con un reddito (ne non sbaglio) al di sotto degli 8.000,00 euro. Allora molti giocatori di SERIE A e della LEGA di basket con automobili da 50.000,00 euro potevano posteggiare in centro senza bollino perché erano classificati come categorie speciali!!! Parliamo poi di manager della Siena Parcheggi, sarebbe utile, visto che è una partecipata del Comune conoscere i contratti di questi Signori, che indubbiamente hanno tanto lavoro da fare. La domanda però sorge spontanea, perché questi signori hanno una tesserino che gli permette di parcheggiare dove vogliono senza pagare? (Se mi sbaglio correggetemi!!). Ora arriviamo all’argomento TABU’ di questa città: LE CONTRADE. Sono convinto che esse hanno un  ruolo fondamentale nel tessuto cittadino, ma anche qui la domanda sorge spontanea: Perché si privilegiano i contradaioli che abitano fuori dalle mura penalizzando i contradaioli residenti?

Ogni Contrada ha circa 30 permessi da distribuire ai propri contradaioli. Abitando in Centro vedo giornalmente Priori e Vicari di Contrada parcheggiare l’auto in ZTL (con il permesso della Contrada) e andare a lavoro beatamente come se tutto fosse normale. Mi sono sempre domandato perché io devo pagare 26,00 euro mentre questa casta del parcheggio FREE non paga niente!? Perché chi abita in centro quando c’è la festa titolare o il Palio non sa dove sbattere la testa per posteggiare ed ha pure pagato il bollino?

Ecco il signor Sindaco e l’assessore delegato potrebbero cominciare da queste cose. Se avessero davvero le palle d’acciaio lo farebbero, ma è più facile colpire i deboli e poi i senesi non si lamentano perché dovrebbero rischiare?

alcuni vecchi articoli sul traffico

Editoriale de IL SANTO – A Fanali spenti nella ZTL

La rubrica di Gianni – Il Sor Mugnaioli da dove viene da Alfa Centauri?

Il Sindaco risponde in maniera positiva, ma poi non succede niente

2 replies to “Editoriale de IL SANTO – Parcheggi a Siena basta con i privilegi…

  1. Caro Santo, benissimo detto!
    Anche dall’indignazione per questi piccoli-grandi scempi dovrebbe nascere la nuova Siena. Temo però che la Grande Restaurazione prevalga…

    Stammi bene, l’eretico

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star